prev next

Cos'è l'alternanza

Cos'è l'alternanza (http:/www.istruzione.it/alternanza/cosa_alternanza.shtml)

L’alternanza scuola-lavoro, obbligatoria per tutti gli studenti dell’ultimo triennio delle scuole superiori, anche nei licei, è una delle innovazioni più significative della legge 107 del 2015 (La Buona Scuola) in linea con il principio della scuola aperta.

La scuola deve, infatti, diventare la più efficace politica strutturale a favore della crescita e della formazione di nuove competenze, contro la disoccupazione e il disallineamento tra domanda e offerta nel mercato del lavoro. Per questo, deve aprirsi al territorio, chiedendo alla società di rendere tutti gli studenti protagonisti consapevoli delle scelte per il proprio futuro.

Con l’alternanza scuola-lavoro, viene introdotto in maniera universale un metodo didattico e di apprendimento sintonizzato con le esigenze del mondo esterno che chiama in causa anche gli adulti, nel loro ruolo di tutor interni (docenti) e tutor esterni (referenti della realtà ospitante).

L’alternanza favorisce la comunicazione intergenerazionale, pone le basi per uno scambio di esperienze e crescita reciproca.

Non solo imprese e aziende, ma anche associazioni sportive e di volontariato, enti culturali, istituzioni e ordini professionali possono diventare partner educativi della scuola per sviluppare in sinergia esperienze coerenti alle attitudini e alle passioni di ogni ragazza e di ogni ragazzo.

L’alternanza scuola lavoro è un’esperienza educativa, coprogettata dalla scuola con altri soggetti e istituzioni, finalizzata ad offrire agli studenti occasioni formative di alto e qualificato profilo.

Il percorso di alternanza scuola-lavoro offre agli studenti l’opportunità di inserirsi, in periodi determinati con la struttura ospitante, in contesti lavorativi adatti a stimolare la propria creatività. La comprensione delle attività e dei processi svolti all’interno di una organizzazione per poter fornire i propri servizi o sviluppare i propri prodotti, favorisce lo sviluppo del “Senso di iniziativa ed imprenditorialità” che significa saper tradurre le idee in azione. E’ la competenza chiave europea in cui rientrano la creatività, l’innovazione e l’assunzione di rischi, come anche la capacità di pianificare e di gestire progetti per raggiungere obiettivi. È una competenza che aiuta gli individui ad acquisire consapevolezza del contesto in cui lavorano e a poter cogliere le opportunità che si presentano.

Lo studente in alternanza non è mai un lavoratore, ma apprende competenze coerenti con il percorso di studi scelto in realtà operative.

Per una maggiore chiarezza riportiamo i profili in uscita  di ogni corso:

PROFILO DELLE COMPETENZE IN USCITA DI UNO STUDENTE DEL LICEO SCIENTIFICO

Profilo delle competenze in uscita di uno studente del Liceo Scientifico con un percorso triennale di Alternanza Scuola Lavoro

Competenze metodologiche

  • Aver acquisito un metodo di studio autonomo e flessibile che consenta di condurre ricerche e approfondimenti personali per continuare in modo efficace i successivi studi superiori e per potersi aggiornare lungo l’intero arco della propria vita.
  • Aver acquisito una formazione culturale equilibrata nei due versanti linguistico-storico-filosofico e scientifico; aver compreso i nessi tra i metodi propri della matematica e delle scienze sperimentali  e quelli   dell’indagine di tipo umanistico, ovvero tra pensiero scientifico e riflessione filosofica.

Competenze logico-argomentative

  • Aver acquisito l’abitudine a ragionare con rigore logico, ad identificare i problemi e a individuare possibili soluzioni.
  • Saper sostenere una propria tesi e saper comprendere e valutare criticamente le argomentazioni altrui nella forma orale e scritta.

Competenze linguistiche e comunicative

  • Padroneggiare pienamente la lingua italiana e in particolare:
  • dominare la scrittura in tutti i suoi aspetti, adattando le competenze acquisite ai diversi contesti e scopi comunicativi;
  • saper leggere e comprendere testi complessi di diversa natura, cogliendo le implicazioni;
  • curare l’esposizione orale e saperla adeguare ai diversi contesti.
  • Aver acquisito, in una lingua straniera moderna, strutture, modalità e competenze comunicative corrispondenti almeno al Livello B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento.
  • Essere in grado di utilizzare criticamente strumenti informatici e telematici per studiare, fare ricerca, comunicare.

Competenze storico umanistiche

  • Interpreta i processi storici, articolati su diversi piani (politico, giuridico, economico e sociale) come percorsi costitutivi di una cittadinanza attiva e consapevole.
  • Collocare il pensiero scientifico, la storia delle sue scoperte e lo sviluppo delle invenzioni tecnologiche nell’ambito più vasto della storia delle idee.
  • Individua e comprende gli elementi essenziali e distintivi della cultura e della civiltà di cui si studiano le lingue
  • Essere consapevoli del significato culturale del patrimonio storico, letterario, artistico, naturalistico e filosofico,  della sua importanza come fondamentale risorsa economica e della necessità di preservarlo. 

Competenze scientifiche, matematiche e tecnologiche

  • Comprendere le strutture portanti dei procedimenti argomentativi e dimostrativi della matematica, e utilizzarle in particolare per individuare e risolvere problemi di varia natura.
  • Utilizzare strumenti di calcolo e di rappresentazione per la modellizzazione e la risoluzione di problemi.
  • Saper cogliere la potenzialità delle applicazioni dei risultati scientifici nella vita quotidiana.
  • Padroneggia i contenuti fondamentali delle scienze fisiche e naturali (chimica, biologia, scienze della terra, astronomia) e i linguaggi specifici e dei metodi di indagine propri delle scienze sperimentali.

Competenze di cittadinanza

  • Imparare ad imparare: organizzare il proprio apprendimento, individuando, scegliendo ed utilizzando varie fonti  e  varie  modalità  di  informazione  e  di  formazione  (formale,  non  formale ed informale), anche in funzione dei tempi disponibili, delle proprie strategie e del proprio metodo di studio e di lavoro.
  • Progettare: elaborare  e  realizzare  progetti  riguardanti  lo  sviluppo  delle  proprie  attività  di  studio  e  di  lavoro,  utilizzando  le  conoscenze  apprese  per  stabilire  obiettivi  significativi  e  realistici  e  le  relative  priorità,  valutando  i  vincoli  e  le  possibilità  esistenti,  definendo    strategie di azione e verificando i risultati raggiunti.
  • Comunicare o comprendere messaggi di genere diverso (quotidiano, letterario, tecnico, scientifico) e di   complessità   diversa,   trasmessi   utilizzando   linguaggi   diversi   (verbale,   matematico, scientifico,   simbolico,   )   mediante   diversi   supporti   (cartacei,   informatici e multimediali) o rappresentare eventi, fenomeni, principi, concetti, norme, procedure, atteggiamenti, stati  d’animo,  emozioni,  ecc.  utilizzando  linguaggi  diversi  (verbale,  matematico,  scientifico,  simbolico,  ecc.)  e  diverse  conoscenze  disciplinari,  mediante  diversi  supporti (cartacei, informatici e multimediali). 
  • Collaborare e  partecipare: interagire  in  gruppo,  comprendendo  i  diversi  punti  di  vista, valorizzando   le   proprie   e   le   altrui   capacità,   gestendo   la   conflittualità,   contribuendo all’apprendimento comune ed alla realizzazione delle attività collettive, nel riconoscimento dei diritti fondamentali degli altri.
  • Agire in  modo  autonomo  e  responsabile:  sapersi  inserire  in  modo  attivo  e  consapevole  nella  vita  sociale  e  far  valere al  suo  interno  i  propri  diritti  e  bisogni  riconoscendo  al  contempo quelli altrui, le opportunità comuni, i limiti, le regole, le responsabilità.
  • Risolvere problemi:  affrontare  situazioni  problematiche  costruendo  e  verificando  ipotesi,  individuando  le  fonti  e  le  risorse  adeguate,  raccogliendo  e  valutando  i  dati,  proponendo  soluzioni  utilizzando,  secondo  il  tipo  di  problema,  contenuti  e  metodi  delle  diverse   
  • Individuare collegamenti    e    relazioni:    individuare    e    rappresentare,    elaborando    argomentazioni  coerenti,  collegamenti  e  relazioni  tra  fenomeni,  eventi  e  concetti  diversi,  anche  appartenenti  a  diversi  ambiti  disciplinari,  e  lontani  nello  spazio  e  nel  tempo,  cogliendone la natura sistemica, individuando analogie e differenze, coerenze ed incoerenze, cause ed effetti e la loro natura probabilistica.
  • Acquisire ed    interpretare    l’informazione:    acquisire    ed    interpretare    criticamente    l'informazione  ricevuta  nei  diversi  ambiti  ed  attraverso  diversi  strumenti  comunicativi,  valutandone l’attendibilità e l’utilità, distinguendo fatti e opinioni.

Competenze professionali

  • Lavorare in gruppo in modo collaborativo
  • Saper coordinare gruppi di lavoro
  • Rispettare gli orari
  • Adattarsi a nuovi ambienti
  • Sapersi relazionare con persone sconosciute

PROFILO DELLE COMPETENZE IN USCITA DI UNO STUDENTE DEL LICEO SCIENZE APPLICATE

Profilo Delle Competenze In Uscita Di Uno Studente Del Liceo Scienze Applicate con un percorso triennale di Alternanza Scuola Lavoro

Competenze metodologiche

  • Aver acquisito un metodo di studio autonomo e flessibile che consenta di condurre ricerche e approfondimenti personali per continuare in modo efficace i successivi studi superiori e per potersi aggiornare lungo l’intero arco della propria vita.
  • Aver acquisito una formazione culturale in ambito umanistico e scientifico-tecnologico, con particolare riferimento alle scienze matematiche, fisiche, chimiche, biologiche e all’informatica con le loro applicazioni.

Competenze logico-argomentative

  • Aver acquisito l’abitudine a ragionare con rigore logico, ad identificare i problemi e a individuare possibili soluzioni.
  • Saper sostenere una propria tesi  e saper comprendere e valutare criticamente le argomentazioni altrui nella forma orale e scritta.

Competenze linguistiche e comunicative

  • Padroneggiare pienamente la lingua italiana e in particolare:
  • dominare la scrittura in tutti i suoi aspetti, adattando le competenze acquisite ai diversi contesti e scopi comunicativi;
  • saper leggere e comprendere testi complessi di diversa natura, cogliendo le implicazioni;
  • curare l’esposizione orale e saperla adeguare ai diversi contesti.
  • Aver acquisito, in una lingua straniera moderna, strutture, modalità e competenze comunicative corrispondenti almeno al Livello B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento.
  • Essere in grado di utilizzare criticamente strumenti informatici e telematici per studiare, fare ricerca, comunicare.

Competenze storico umanistiche

  • Interpreta i processi storici, articolati su diversi piani (politico, giuridico, economico e sociale) come percorsi costitutivi di una cittadinanza attiva e consapevole.
  • Collocare il pensiero scientifico, la storia delle sue scoperte e lo sviluppo delle invenzioni tecnologiche nell’ambito più vasto della storia delle idee.
  • Individua e comprende gli elementi essenziali e distintivi della cultura e della civiltà di cui si studiano le lingue
  • Essere consapevoli del significato culturale del patrimonio storico, letterario, artistico, naturalistico e filosofico,  della sua importanza come fondamentale risorsa economica e della necessità di preservarlo.    

Competenze scientifiche, matematiche e tecnologiche

  • Comprendere le strutture portanti dei procedimenti argomentativi e dimostrativi della matematica, e utilizzarle in particolare per individuare e risolvere problemi di varia natura.
  • Utilizzare strumenti di calcolo e di rappresentazione per la modellizzazione e la risoluzione di problemi.
  • Saper cogliere la potenzialità delle applicazioni dei risultati scientifici nella vita quotidiana.
  • Padroneggia i contenuti fondamentali delle scienze fisiche e naturali (chimica, biologia, scienze della terra, astronomia) e i linguaggi specifici e dei metodi di indagine propri delle scienze sperimentali.

Competenze di cittadinanza

  • Imparare ad imparare: organizzare il proprio apprendimento, individuando, scegliendo ed utilizzando varie fonti  e  varie  modalità  di  informazione  e  di  formazione  (formale,  non  formale ed informale), anche in funzione dei tempi disponibili, delle proprie strategie e del proprio metodo di studio e di lavoro.
  • Progettare: elaborare  e  realizzare  progetti  riguardanti  lo  sviluppo  delle  proprie  attività  di  studio  e  di  lavoro,  utilizzando  le  conoscenze  apprese  per  stabilire  obiettivi  significativi  e  realistici  e  le  relative  priorità,  valutando  i  vincoli  e  le  possibilità  esistenti,  definendo    strategie di azione e verificando i risultati raggiunti.
  • Comunicare o comprendere messaggi di genere diverso (quotidiano, letterario, tecnico, scientifico) e di   complessità   diversa,   trasmessi   utilizzando   linguaggi   diversi   (verbale,   matematico, scientifico,   simbolico,   )   mediante   diversi   supporti   (cartacei,   informatici e multimediali) o rappresentare eventi, fenomeni, principi, concetti, norme, procedure, atteggiamenti, stati  d’animo,  emozioni,  ecc.  utilizzando  linguaggi  diversi  (verbale,  matematico,  scientifico,  simbolico,  ecc.)  e  diverse  conoscenze  disciplinari,  mediante  diversi  supporti (cartacei, informatici e multimediali). 
  • Collaborare e  partecipare: interagire  in  gruppo,  comprendendo  i  diversi  punti  di  vista, valorizzando   le   proprie   e   le   altrui   capacità,   gestendo   la   conflittualità,   contribuendo all’apprendimento comune ed alla realizzazione delle attività collettive, nel riconoscimento dei diritti fondamentali degli altri.
  • Agire in  modo  autonomo  e  responsabile:  sapersi  inserire  in  modo  attivo  e  consapevole  nella  vita  sociale  e  far  valere al  suo  interno  i  propri  diritti  e  bisogni  riconoscendo  al  contempo quelli altrui, le opportunità comuni, i limiti, le regole, le responsabilità.
  • Risolvere problemi:  affrontare  situazioni  problematiche  costruendo  e  verificando  ipotesi,  individuando  le  fonti  e  le  risorse  adeguate,  raccogliendo  e  valutando  i  dati,  proponendo  soluzioni  utilizzando,  secondo  il  tipo  di  problema,  contenuti  e  metodi  delle  diverse   
  • Individuare collegamenti    e    relazioni:    individuare    e    rappresentare,    elaborando    argomentazioni  coerenti,  collegamenti  e  relazioni  tra  fenomeni,  eventi  e  concetti  diversi,  anche  appartenenti  a  diversi  ambiti  disciplinari,  e  lontani  nello  spazio  e  nel  tempo,  cogliendone la natura sistemica, individuando analogie e differenze, coerenze ed incoerenze, cause ed effetti e la loro natura probabilistica.
  • Acquisire ed    interpretare    l’informazione:    acquisire    ed    interpretare    criticamente    l'informazione  ricevuta  nei  diversi  ambiti  ed  attraverso  diversi  strumenti  comunicativi,  valutandone l’attendibilità e l’utilità, distinguendo fatti e opinioni.

Competenze professionali

  • Lavorare in gruppo in modo collaborativo
  • Saper coordinare gruppi di lavoro
  • Rispettare gli orari
  • Adattarsi a nuovi ambienti
  • Sapersi relazionare con persone sconosciute
  • Assumere in ogni contesto comportamenti coerenti con i valori della Convivenza civile
  • Avere autonomia organizzativa nell’eseguire compiti lavorativi
  • Saper individuare corrette strategie risolutive
  • Rispettare i tempi di consegna richiesti
  • Saper affrontare gli imprevisti
  • Saper adattarsi ai ritmi di lavoro
  • Concentrarsi sulle cose da fare

PROFILO DELLE COMPETENZE IN USCITA DI UNO STUDENTE DEL LICEO SCIENZE UMANE

Profilo delle competenze in uscita di uno studente del Liceo Scienze Umane con un percorso triennale di Alternanza Scuola Lavoro

Competenze metodologiche

  • Aver acquisito un metodo di studio autonomo e flessibile che consenta di condurre ricerche e approfondimenti personali per continuare in modo efficace i successivi studi superiori e per potersi aggiornare lungo l’intero arco della propria vita.
  • saper  confrontare  teorie  e  strumenti  necessari per  comprendere  la  varietà  della  realtà sociale, con particolare attenzione ai fenomeni educativi e ai processi formativi, ai luoghi e alle  pratiche  dell’educazione  formale  e  non  formale,  ai  servizi  alla  persona,  al  mondo  del  lavoro e ai fenomeni interculturali.
  • saper identificare  i  modelli  teorici  e  politici  di  convivenza,  le  loro  ragioni  storiche,  filosofiche  e  sociali,  e  i  rapporti    che  ne  scaturiscono  sul  piano  etico-civile  e  pedagogico-educativo
  • possedere  gli  strumenti  necessari  per  utilizzare,  in  maniera  consapevole  e  critica,  le principali  metodologie  relazionali  e  comunicative,  comprese  quelle  relative  alla  media education.

Competenze logico-argomentative

  • Aver acquisito l’abitudine a ragionare con rigore logico, ad identificare i problemi e a individuare possibili soluzioni.
  • Essere in  grado  di  leggere  e  interpretare  criticamente  i  contenuti  delle  diverse  forme  di comunicazione.

Competenze linguistiche e comunicative

  • Padroneggiare pienamente la lingua italiana e in particolare:
  • dominare la scrittura in tutti i suoi aspetti, adattando le competenze acquisite ai diversi contesti e scopi comunicativi;
  • saper leggere e comprendere testi complessi di diversa natura, cogliendo le implicazioni;
  • curare l’esposizione orale e saperla adeguare ai diversi contesti.
  • Aver acquisito, in una lingua straniera moderna, strutture, modalità e competenze comunicative corrispondenti almeno al Livello B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento.

Competenze storico umanistiche

  • Interpretare i processi storici, articolati su diversi piani (politico, giuridico, economico e sociale) come percorsi costitutivi di una cittadinanza attiva e consapevole.
  • aver acquisito le conoscenze dei principali campi d’indagine delle scienze umane mediante gli   apporti   specifici   e   interdisciplinari   della   cultura   pedagogica,   psicologica   e   socio-antropologica;
  • Individuare e comprendere gli elementi essenziali e distintivi della cultura e della civiltà di cui si studiano le lingue
  • aver raggiunto, attraverso la lettura e lo studio diretto di opere e di autori significativi del passato e  contemporanei,    la  conoscenza  delle  principali  tipologie  educative,  relazionali  e sociali  proprie  della  cultura  occidentale
  • Essere consapevoli del significato culturale del patrimonio storico, letterario, artistico, naturalistico e filosofico,  con particolare attenzione ai fenomeni educativi e ai processi formativi, ai luoghi e alle  pratiche  dell’educazione  formale  e  non   

Competenze scientifiche, matematiche e tecnologiche

  • Comprendere le strutture portanti dei procedimenti argomentativi e dimostrativi della matematica, e utilizzarle in particolare per individuare e risolvere problemi di varia natura.
  • Saper cogliere la potenzialità delle applicazioni dei risultati scientifici nella vita quotidiana.

Competenze di cittadinanza

  • Imparare ad imparare: organizzare il proprio apprendimento, individuando, scegliendo ed utilizzando varie fonti  e  varie  modalità  di  informazione  e  di  formazione  (formale,  non  formale ed informale), anche in funzione dei tempi disponibili, delle proprie strategie e del proprio metodo di studio e di lavoro.
  • Progettare: elaborare  e  realizzare  progetti  riguardanti  lo  sviluppo  delle  proprie  attività  di  studio  e  di  lavoro,  utilizzando  le  conoscenze  apprese  per  stabilire  obiettivi  significativi  e  realistici  e  le  relative  priorità,  valutando  i  vincoli  e  le  possibilità  esistenti,  definendo    strategie di azione e verificando i risultati raggiunti.
  • Comunicare o comprendere messaggi di genere diverso (quotidiano, letterario, tecnico, scientifico) e di   complessità   diversa,   trasmessi   utilizzando   linguaggi   diversi   (verbale,   matematico, scientifico,   simbolico,   )   mediante   diversi   supporti   (cartacei,   informatici e multimediali) o rappresentare eventi, fenomeni, principi, concetti, norme, procedure, atteggiamenti, stati  d’animo,  emozioni,  ecc.  utilizzando  linguaggi  diversi  (verbale,  matematico,  scientifico,  simbolico,  ecc.)  e  diverse  conoscenze  disciplinari,  mediante  diversi  supporti (cartacei, informatici e multimediali). 
  • Collaborare e  partecipare: interagire  in  gruppo,  comprendendo  i  diversi  punti  di  vista, valorizzando   le   proprie   e   le   altrui   capacità,   gestendo   la   conflittualità,   contribuendo all’apprendimento comune ed alla realizzazione delle attività collettive, nel riconoscimento dei diritti fondamentali degli altri.
  • Agire in  modo  autonomo  e  responsabile:  sapersi  inserire  in  modo  attivo  e  consapevole  nella  vita  sociale  e  far  valere al  suo  interno  i  propri  diritti  e  bisogni  riconoscendo  al  contempo quelli altrui, le opportunità comuni, i limiti, le regole, le responsabilità.
  • Risolvere problemi:  affrontare  situazioni  problematiche  costruendo  e  verificando  ipotesi,  individuando  le  fonti  e  le  risorse  adeguate,  raccogliendo  e  valutando  i  dati,  proponendo  soluzioni  utilizzando,  secondo  il  tipo  di  problema,  contenuti  e  metodi  delle  diverse   
  • Individuare collegamenti    e    relazioni:    individuare    e    rappresentare,    elaborando    argomentazioni  coerenti,  collegamenti  e  relazioni  tra  fenomeni,  eventi  e  concetti  diversi,  anche  appartenenti  a  diversi  ambiti  disciplinari,  e  lontani  nello  spazio  e  nel  tempo,  cogliendone la natura sistemica, individuando analogie e differenze, coerenze ed incoerenze, cause ed effetti e la loro natura probabilistica.
  • Acquisire ed    interpretare    l’informazione:    acquisire    ed    interpretare    criticamente    l'informazione  ricevuta  nei  diversi  ambiti  ed  attraverso  diversi  strumenti  comunicativi,  valutandone l’attendibilità e l’utilità, distinguendo fatti e opinioni.

Competenze professionali

  • Lavorare in gruppo in modo collaborativo
  • Saper coordinare gruppi di lavoro
  • Rispettare gli orari
  • Adattarsi a nuovi ambienti
  • Sapersi relazionare con persone sconosciute

PROFILO DELLE COMPETENZE IN USCITA DI UNO STUDENTE DEL LICEO ECONOMICO SOCIALE

Profilo delle competenze in uscita di uno studente del Liceo Economico Sociale con Opzione economico Sociale con un percorso triennale di Alternanza Scuola Lavoro

Competenze metodologiche

  • Aver acquisito un metodo di studio autonomo e flessibile che consenta di condurre ricerche e approfondimenti personali per continuare in modo efficace i successivi studi superiori e per potersi aggiornare lungo l’intero arco della propria vita.
  • Comprendere i caratteri dell’economia come scienza delle scelte responsabili sulle risorse di cui l’uomo dispone e del diritto come scienza delle regole di natura giuridica che disciplinano la convivenza civile.
  • Individuare le categorie antropologiche e sociali utili per la comprensione e classificazione dei fenomeni culturali.

Competenze logico-argomentative

  • Aver acquisito l’abitudine a ragionare con rigore logico, ad identificare i problemi e a individuare possibili soluzioni.
  • Conoscere i significati, i metodi e le categorie interpretative messe a disposizione delle scienze economiche, giuridiche e sociologiche.

Competenze linguistiche e comunicative

  • Padroneggiare pienamente la lingua italiana e in particolare:
  • dominare la scrittura in tutti i suoi aspetti, adattando le competenze acquisite ai diversi contesti e scopi comunicativi;
  • saper leggere e comprendere testi complessi di diversa natura, cogliendo le implicazioni;
  • curare l’esposizione orale e saperla adeguare ai diversi contesti.
  • Aver acquisito, in una lingua straniera moderna, strutture, modalità e competenze comunicative corrispondenti almeno al Livello B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento.
  • Aver acquisito, in una seconda lingua straniera moderna, strutture, modalità e competenze comunicative corrispondenti almeno al Livello B1 del Quadro Comune Europeo di Riferimento.

Competenze storico umanistiche

  • Interpretare i processi storici, articolati su diversi piani (politico, giuridico, economico e sociale) come percorsi costitutivi di una cittadinanza attiva e consapevole.
  • Utilizzare le prospettive filosofiche, storico-geografiche e scientifiche nello studio delle interdipendenze fra i fenomeni internazionali, nazionali, locali e personali.
  • Individuare e comprendere gli elementi essenziali e distintivi della cultura e della civiltà di cui si studiano le lingue
  • Essere consapevoli del significato culturale del patrimonio storico, letterario, artistico, naturalistico e filosofico,  della sua importanza come fondamentale risorsa economica e della necessità di preservarlo. 

Competenze scientifiche, matematiche e tecnologiche

  • Comprendere le strutture portanti dei procedimenti argomentativi e dimostrativi della matematica, e utilizzarle in particolare per individuare e risolvere problemi di varia natura.
  • Saper cogliere la potenzialità delle applicazioni dei risultati scientifici nella vita quotidiana.
  • Sviluppare la capacità di misurare i fenomeni economico sociali con i’ausilio di adeguati strumenti matematici, statistici e informatici.



Competenze di cittadinanza

  • Imparare ad imparare: organizzare il proprio apprendimento, individuando, scegliendo ed utilizzando varie fonti  e  varie  modalità  di  informazione  e  di  formazione  (formale,  non  formale ed informale), anche in funzione dei tempi disponibili, delle proprie strategie e del proprio metodo di studio e di lavoro.
  • Progettare: elaborare  e  realizzare  progetti  riguardanti  lo  sviluppo  delle  proprie  attività  di  studio  e  di  lavoro,  utilizzando  le  conoscenze  apprese  per  stabilire  obiettivi  significativi  e  realistici  e  le  relative  priorità,  valutando  i  vincoli  e  le  possibilità  esistenti,  definendo    strategie di azione e verificando i risultati raggiunti.
  • Comunicare o comprendere messaggi di genere diverso (quotidiano, letterario, tecnico, scientifico) e di   complessità   diversa,   trasmessi   utilizzando   linguaggi   diversi   (verbale,   matematico, scientifico,   simbolico,   )   mediante   diversi   supporti   (cartacei,   informatici e multimediali) o rappresentare eventi, fenomeni, principi, concetti, norme, procedure, atteggiamenti, stati  d’animo,  emozioni,  ecc.  utilizzando  linguaggi  diversi  (verbale,  matematico,  scientifico,  simbolico,  ecc.)  e  diverse  conoscenze  disciplinari,  mediante  diversi  supporti (cartacei, informatici e multimediali). 
  • Collaborare e  partecipare: interagire  in  gruppo,  comprendendo  i  diversi  punti  di  vista, valorizzando   le   proprie   e   le   altrui   capacità,   gestendo   la   conflittualità,   contribuendo all’apprendimento comune ed alla realizzazione delle attività collettive, nel riconoscimento dei diritti fondamentali degli altri.
  • Agire in  modo  autonomo  e  responsabile:  sapersi  inserire  in  modo  attivo  e  consapevole  nella  vita  sociale  e  far  valere al  suo  interno  i  propri  diritti  e  bisogni  riconoscendo  al  contempo quelli altrui, le opportunità comuni, i limiti, le regole, le responsabilità.
  • Risolvere problemi:  affrontare  situazioni  problematiche  costruendo  e  verificando  ipotesi,  individuando  le  fonti  e  le  risorse  adeguate,  raccogliendo  e  valutando  i  dati,  proponendo  soluzioni  utilizzando,  secondo  il  tipo  di  problema,  contenuti  e  metodi  delle  diverse   
  • Individuare collegamenti    e    relazioni:    individuare    e    rappresentare,    elaborando    argomentazioni  coerenti,  collegamenti  e  relazioni  tra  fenomeni,  eventi  e  concetti  diversi,  anche  appartenenti  a  diversi  ambiti  disciplinari,  e  lontani  nello  spazio  e  nel  tempo,  cogliendone la natura sistemica, individuando analogie e differenze, coerenze ed incoerenze, cause ed effetti e la loro natura probabilistica.
  • Acquisire ed    interpretare    l’informazione:    acquisire    ed    interpretare    criticamente    l'informazione  ricevuta  nei  diversi  ambiti  ed  attraverso  diversi  strumenti  comunicativi,  valutandone l’attendibilità e l’utilità, distinguendo fatti e opinioni.

Competenze professionali

  • Lavorare in gruppo in modo collaborativo
  • Saper coordinare gruppi di lavoro
  • Rispettare gli orari
  • Adattarsi a nuovi ambienti
  • Sapersi relazionare con persone sconosciute
  • Assumere in ogni contesto comportamenti coerenti con i valori della Convivenza civile
  • Avere autonomia organizzativa nell’eseguire compiti lavorativi
  • Saper individuare corrette strategie risolutive
  • Rispettare i tempi di consegna richiesti
  • Saper affrontare gli imprevisti
  • Saper adattarsi ai ritmi di lavoro
  • Concentrarsi sulle cose da fare

PROFILO DELLE COMPETENZE IN USCITA DI UNO STUDENTE DEL LICEO LINGUISTICO

Profilo delle competenze in uscita di uno studente del Liceo Linguistico con un percorso triennale di Alternanza Scuola Lavoro

“Il percorso del liceo linguistico è indirizzato allo studio di più sistemi linguistici e culturali. Guida lo studente ad approfondire e a sviluppare le conoscenze e le abilità, a maturare le competenze necessarie per acquisire la padronanza comunicativa di tre lingue, oltre l’italiano e per comprendere criticamente l’identità storica e culturale di tradizioni e civiltà diverse” (art. 6 comma 1)

Competenze metodologiche

  • Aver acquisito un metodo di studio autonomo e flessibile che consenta di condurre ricerche e approfondimenti personali per continuare in modo efficace i successivi studi superiori e per potersi aggiornare lungo l’intero arco della propria vita.
  • saper  confrontare  teorie  e  strumenti  necessari per  comprendere  la  varietà  della  realtà sociale, con particolare attenzione ai fenomeni educativi e ai processi formativi, ai luoghi e alle  pratiche  dell’educazione  formale  e  non  formale,  ai  servizi  alla  persona,  al  mondo  del  lavoro e ai fenomeni interculturali.
  • saper identificare  i  modelli  teorici  e  politici  di  convivenza,  le  loro  ragioni  storiche,  filosofiche  e  sociali,  e  i  rapporti    che  ne  scaturiscono  sul  piano  etico-civile  e  pedagogico-educativo
  • possedere  gli  strumenti  necessari  per  utilizzare,  in  maniera  consapevole  e  critica,  le principali  metodologie  relazionali  e  comunicative,  comprese  quelle  relative  alla  media education.

Competenze logico-argomentative

  • Aver acquisito l’abitudine a ragionare con rigore logico, ad identificare i problemi e a individuare possibili soluzioni.
  • Essere in  grado  di  leggere  e  interpretare  criticamente  i  contenuti  delle  diverse  forme  di comunicazione.

Competenze linguistiche e comunicative

  • Padroneggiare pienamente la lingua italiana e in particolare:
  • dominare la scrittura in tutti i suoi aspetti, adattando le competenze acquisite ai diversi contesti e scopi comunicativi;
  • saper leggere e comprendere testi complessi di diversa natura, cogliendo le implicazioni;
  • curare l’esposizione orale e saperla adeguare ai diversi contesti.
  • avere acquisito  in  due  lingue  moderne  strutture,  modalità  e  competenze    comunicative  corrispondenti almeno al Livello B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento;
  • avere acquisito   in   una   terza   lingua   moderna   strutture,   modalità   e   competenze     
  • comunicative corrispondenti   almeno   al   Livello   B1   del   Quadro   Comune   Europeo   di Riferimento
  • saper comunicare in tre lingue moderne in vari contesti sociali e in situazioni professionali utilizzando diverse forme testuali;
  • riconoscere in un’ottica comparativa gli elementi strutturali caratterizzanti le lingue studiate ed essere in grado di passare agevolmente da un sistema linguistico all’altro;
  • essere in grado di affrontare in lingua diversa dall’italiano specifici contenuti disciplinari;
  • conoscere le principali caratteristiche culturali dei paesi di cui si è studiata la lingua, attraverso lo studio e l’analisi di opere letterarie, estetiche, visive, musicali, cinematografiche, delle linee fondamentali della loro storia e delle loro tradizioni;
  • sapersi confrontare con la cultura degli altri popoli, avvalendosi delle occasioni di contatto e di scambio.

Competenze storico umanistiche

  • Interpretare i processi storici, articolati su diversi piani (politico, giuridico, economico e sociale) come percorsi costitutivi di una cittadinanza attiva e consapevole.
  • aver acquisito le conoscenze dei principali campi d’indagine delle scienze umane mediante gli   apporti   specifici   e   interdisciplinari   della   cultura   pedagogica,   psicologica   e   socio-antropologica;
  • Individuare e comprendere gli elementi essenziali e distintivi della cultura e della civiltà di cui si studiano le lingue
  • aver raggiunto, attraverso la lettura e lo studio diretto di opere e di autori significativi del passato e  contemporanei,    la  conoscenza  delle  principali  tipologie  educative,  relazionali  e sociali  proprie  della  cultura  occidentale
  • Essere consapevoli del significato culturale del patrimonio storico, letterario, artistico, naturalistico e filosofico,  con particolare attenzione ai fenomeni educativi e ai processi formativi, ai luoghi e alle  pratiche  dell’educazione  formale  e  non   

Competenze scientifiche, matematiche e tecnologiche

  • Comprendere le strutture portanti dei procedimenti argomentativi e dimostrativi della matematica, e utilizzarle in particolare per individuare e risolvere problemi di varia natura.
  • Saper cogliere la potenzialità delle applicazioni dei risultati scientifici nella vita quotidiana.

Competenze di cittadinanza

  • Imparare ad imparare: organizzare il proprio apprendimento, individuando, scegliendo ed utilizzando varie fonti  e  varie  modalità  di  informazione  e  di  formazione  (formale,  non  formale ed informale), anche in funzione dei tempi disponibili, delle proprie strategie e del proprio metodo di studio e di lavoro.
  • Progettare: elaborare  e  realizzare  progetti  riguardanti  lo  sviluppo  delle  proprie  attività  di  studio  e  di  lavoro,  utilizzando  le  conoscenze  apprese  per  stabilire  obiettivi  significativi  e  realistici  e  le  relative  priorità,  valutando  i  vincoli  e  le  possibilità  esistenti,  definendo    strategie di azione e verificando i risultati raggiunti.
  • Comunicare o comprendere messaggi di genere diverso (quotidiano, letterario, tecnico, scientifico) e di   complessità   diversa,   trasmessi   utilizzando   linguaggi   diversi   (verbale,   matematico, scientifico,   simbolico,   )   mediante   diversi   supporti   (cartacei,   informatici e multimediali) o rappresentare eventi, fenomeni, principi, concetti, norme, procedure, atteggiamenti, stati  d’animo,  emozioni,  ecc.  utilizzando  linguaggi  diversi  (verbale,  matematico,  scientifico,  simbolico,  ecc.)  e  diverse  conoscenze  disciplinari,  mediante  diversi  supporti (cartacei, informatici e multimediali). 
  • Collaborare e  partecipare: interagire  in  gruppo,  comprendendo  i  diversi  punti  di  vista, valorizzando   le   proprie   e   le   altrui   capacità,   gestendo   la   conflittualità,   contribuendo all’apprendimento comune ed alla realizzazione delle attività collettive, nel riconoscimento dei diritti fondamentali degli altri.
  • Agire in  modo  autonomo  e  responsabile:  sapersi  inserire  in  modo  attivo  e  consapevole  nella  vita  sociale  e  far  valere al  suo  interno  i  propri  diritti  e  bisogni  riconoscendo  al  contempo quelli altrui, le opportunità comuni, i limiti, le regole, le responsabilità.
  • Risolvere problemi:  affrontare  situazioni  problematiche  costruendo  e  verificando  ipotesi,  individuando  le  fonti  e  le  risorse  adeguate,  raccogliendo  e  valutando  i  dati,  proponendo  soluzioni  utilizzando,  secondo  il  tipo  di  problema,  contenuti  e  metodi  delle  diverse   
  • Individuare collegamenti    e    relazioni:    individuare    e    rappresentare,    elaborando    argomentazioni  coerenti,  collegamenti  e  relazioni  tra  fenomeni,  eventi  e  concetti  diversi,  anche  appartenenti  a  diversi  ambiti  disciplinari,  e  lontani  nello  spazio  e  nel  tempo,  cogliendone la natura sistemica, individuando analogie e differenze, coerenze ed incoerenze, cause ed effetti e la loro natura probabilistica.
  • Acquisire ed    interpretare    l’informazione:    acquisire    ed    interpretare    criticamente    l'informazione  ricevuta  nei  diversi  ambiti  ed  attraverso  diversi  strumenti  comunicativi,  valutandone l’attendibilità e l’utilità, distinguendo fatti e opinioni.

Competenze professionali

  • Lavorare in gruppo in modo collaborativo
  • Saper coordinare gruppi di lavoro
  • Rispettare gli orari
  • Adattarsi a nuovi ambienti
  • Sapersi relazionare con persone sconosciute
  • Assumere in ogni contesto comportamenti coerenti con i valori della Convivenza civile
  • Avere autonomia organizzativa nell’eseguire compiti lavorativi
  • Saper individuare corrette strategie risolutive
  • Rispettare i tempi di consegna richiesti
  • Saper affrontare gli imprevisti
  • Saper adattarsi ai ritmi di lavoro
  • Concentrarsi sulle cose da fare

 

Elenco siti tematici
logo miur     logo noipa     iscriozni on line home     logo invalsi     logo usr miur logo provincia modena      logo scuola in chiaro      logo snv     sito orientamento header     cittacarpi
Fanti social
 

seguici twitter

 

seguiciyoutube

Miur Radio Network